In seguito alle numerose segnalazioni che ci sono pervenute, L’U.di.con provinciale Avellino ha dedico di scendere in campo e inoltrare un esposto alla Regione Campania, al Dipartimento di Prevenzione dell’Asl di Avellino e all’Arpa Campania sulla questione Valle del Sabato.

È infatti da pochi giorni partita la petizione promossa dal parroco don Luigi Di Blasi e dall’ex consigliere comunale Alberto Bilotta per fermare la realizzazione di un impianto per il trattamento e la trasformazione del piombo nella Valle del Sabato, in provincia di Avellino. Secondo i promotori della petizione l’insediamento produttivo “mette in serio pericolo la salute di soggetti a rischio come bambini, anziani e donne in gravidanza”. In poche ore l’iniziativa ha già riscosso tantissime firme ed è stata sostenuta dall’associazione ambientalista “Salviamo la Valle del Sabato”.
In attesa che il progetto industriale sia discusso nella conferenza dei servizi, i residenti della Valle del Sabato sono pronti a scendere in piazza. Intanto a Prata i promotori dell’iniziativa sollecitano il Ministro dell’ambiente Sergio Costa, il Prefetto di Avellino Maria Tirone e il procuratore Rosario Cantelmo di intervenire immediatamente per, come si legge in un documento ufficiale arrivato in Procura, “sospendere qualsiasi attività dell’insediamento legato alla presenza di fumo, rumore intenso e inquinamento odorigeno”.