I lavori per completare l’Aeroporto Costa d’Amalfi mettono a rischio i lavoro e le abitazioni di numerosi cittadini. Secondo il progetto, per allungare la pista bisogna espropriare ben 54 ettari di terreno agricolo in cui sono presenti aziende, case e attività. Inoltre si dovrebbe deviare addirittura due torrenti con delle conseguenze ambientali non trascurabili. Secondo il Medico Chirurgo Vincenzo Petrosino, Specialista in Chirurgia Oncologica, i sindaci “dovrebbero tutelare la salute della gente non fare cortei per costruire criticità ambientali”.

Il medico ha quindi messo in evidenza che, se l’opera dovesse completarsi, si metterebbe a serio rischio la saluta delle persone con il 20% di peggioramento della qualità dell’aria.